Distesa

Distesa,
la pelle scurita dal sole,
il vestito che mi hai regalato
ha lo stesso colore dell’erba,
onde brune di rami caduti
e radici affioranti
i capelli,
gli anni degli alberi
dentro i miei occhi castani,
sprazzi di muschi,
e bagliori dorati,
io,
la natura,
e tu
– su di me –
con la faccia di nuvola
e l’alba che allegra
le guance,
sei il cielo
negli occhi,
sei il cielo
con quella maglietta.

Tu d’aria leggero
mi bagni,
io densa di fertile
terra rinasco,
lavanda che fila col vento…
il molle confine tra i corpi
non è più indefinito miraggio.

Increduli, il cielo
e la terra domandano
l’unione – per loro – impossibile.

 

 

 

🎧: Come una roccia – IACAMPO


Credits

Immagine in evidenza: Martina Farina

7 risposte a "Distesa"

Add yours

    1. Prima era ‘che sveglia’, peró mi piaceva di più l’idea di svegliare dando gioia e quindi sono arrivata ad ‘allegra’. Mai pensata neanche io una cosa simile prima di ieri 🙂

      Vedere il vestito è semplicissimo, basta che vai sulla pagina Instagram di Librimprobabili (di spalle nella foto a Bologna, anche se non si vede la parte più bella) 😉

      Ciao Mariuzza! *

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: